Il numero di indirizzi che inviano BTC agli scambi è raddoppiato da gennaio ad oggi, come rivelano i dati di Glassnode. Ci sono ora circa 100 mila indirizzi unici che inviano BTC alle borse ogni giorno, il che è un notevole aumento a seguito dell’enorme deflusso di fondi dalle borse all’inizio dell’anno.

È sceso addirittura al di sotto del livello psicologico di 10.000 dollari durante la lotta con gli orsi di qualche settimana fa

Ciò può essere dovuto ad un crescente interesse per BTC in quanto continuano ad aumentare le incertezze sul futuro del dollaro USA. Recenti rapporti indicano che il tasso di inflazione del dollaro USA è in costante aumento e si prevede un peggioramento in quanto la Fed statunitense continua a stampare indiscriminatamente banconote in dollari.

Questo compromette la valuta come valuta di riserva e gli investitori sono alla ricerca di una valuta di riserva migliore e la Bitcoin Code sembra aver assunto questo status ultimamente.

Cosa significa questo

L’enorme aumento del numero di indirizzi unici che inviano Bitcoin agli scambi non è una nuova tendenza. Non è tuttavia una tendenza che si è verificata di recente in quanto, secondo Glassnode, l’ultima volta che si è registrato un tale aumento è stato al culmine del mercato dei tori del 2017, seguito da un forte calo del prezzo del Bitcoin.

Come le tendenze del mercato delle criptovalute di solito si ripetono, l’attuale aumento del numero di indirizzi che inviano il Bitcoin alle borse potrebbe suggerire che un modello simile sta per verificarsi. È possibile che il Bitcoin sia sul punto di crollare come nel gennaio 2018?

Il mese di settembre non è storicamente amichevole per la Bitcoin, il che potrebbe spiegare perché il suo prezzo ha oscillato poco sopra i 10.000 dollari. È sceso addirittura al di sotto del livello psicologico di 10.000 dollari durante la lotta con gli orsi di qualche settimana fa. Anche se è andato vicino agli 11.000 dollari, è scivolato sotto i 10.500 dollari e attualmente si aggira intorno ai 10.300 dollari.

Il mercato del bitcoin dovrebbe migliorare entro ottobre, dato che a settembre di solito non favorisce l’asset digitale. Ma se il modello del 2017 andrà avanti, significa che il Bitcoin scivolerà ancora più in basso?